Convenzione Blu, verso un nuovo partito di “moderati”

NOCI – Verso un nuovo partito di moderati del centrodestra. Sta per arrivare a conclusione il percorso politico avviato dai Conservatori e Riformisti guidati da Raffaele Fitto denominato Convenzione Blu e che domani a Roma vedrà il suo epilogo.

Convenzione blu è finalizzato a creare un contenitore di gruppi politici vicini, omogenei politicamente e culturalmente sulle grandi questioni statali ed internazionali: dalla diminuzione delle tasse al problema dell’immigrazione, dall’idea di Europa alle misure per favorire lo sviluppo e l’occupazione. Infatti, nei mesi passati, molte formazioni politiche locali, regionali di tutt’Italia (particolarmente della Liguria, del Friuli, della Sardegna, del Molise, della Basilicata, dell’Umbria, della Basilicata e della Calabria) hanno firmato l’adesione in questo contenitore.

Domani all’hotel Ergife, sulla via Aurelia, si svolgerà la tappa finale della Convenzione Blu, «modello innovativo e partecipato di concepire l’impegno in politica, per mettersi al servizio dei propri territori, per contribuire alla crescita della Nazione» spiega Piero Liuzzi, fondatore, insieme al leader Raffaele Fitto, del movimento. Nella locandina del raduno (si prevedono oltre 3mila partecipati da tutta l’Italia) appare una ghiera dentata in campo blu attraversata da un fascio tricolore con il seguente copy: “Nasce il partito, oltre la rabbia. LA CONVENZIONE BLU – La nostra risposta, seria”.

«Da Alberobello, Locorotondo, Noci, Putignano, Castellana partiranno pullman di aderenti, simpatizzanti, cittadini curiosi consapevoli – dichiara ancora il parlamentare – di partecipare ad un evento importante per il futuro del ceto medio, imprenditoriale, professionale, dei pensionati e delle famiglie, con molti giovani e donne». Perché Convenzione Blu? «Perché – risponde Liuzzi – è il colore che da sempre contraddistingue l’area politica dei moderati, del centro-destra, dei liberali. Un contenitore qual è la Convenzione non è un partito (un partito ha uno statuto, degli organismi, dei bilanci, le rappresentanze locali, regionali) e, pertanto, a Roma, sabato 28 si procederà alla fondazione di un partito vero. Con il metodo della partecipazione, del coinvolgimento, del rispetto delle formazioni autonome locali».

Leave a Reply

Your email address will not be published.