LeggiNoci incontra il comico Elio Angelini

NOCI – Il 30 e il 31 ottobre, alle ore 20:30, presso il Teatro Gabrieli, sito nella cittadina nocese, avrà inizio la 7 edizione di “Noci in Corrida”. Questa vedrà alla conduzione il comico Elio Angelini, uno dei protagonisti del programma televisivo “Colorado” e, in passato, vincitore di un’edizione del programma “Italia’s Got Talent”. Ad affiancarlo nella conduzione ci saranno i personaggi locali, Pamela Laera e Vito Laforgia. Proprio per questo motivo, la redazione di LeggiNoci ha incontrato il comico Angelini, per porgergli alcune domande.

Sign. Angelini, il suo percorso ha avuto inizio vincendo un’edizione del programma televisivo “Italia’s Got Talent”. Cosa ricorda di quell’avventura?
Senza ombra di dubbio, l’esperienza di “Italia’s Got Talent”, nella sfera artistica, va collocata tra le più belle e le più “complete”. I ricordi di quei momenti sono rimasti e rimarranno per sempre impressi nella mia mente. Ricordo con gioia e come se fosse ieri l’emozione di quei momenti e la bellezza di condividere, per diversi giorni, con altri concorrenti (mai considerati avversari) un’infinità di sensazioni difficilmente descrivibili. Infatti, al contrario di quello che si può pensare, ci sentivamo tutti parte della stessa squadra, senza eccessiva rivalità tra di noi, tanto che ci davamo consigli e ci aiutavamo vicendevolmente.

Lei si presentò nelle vesti del cosiddetto “becchino”. Oggi, talvolta, continua ancora a farlo? Oppure si dedica esclusivamente alla “vita di artista”?
In realtà quello del “becchino” era un personaggio già “definito”. Pur avendo fatto diversi lavori, non avevo mai svolto professioni che avessero a che fare con “la morte”. Mi ritengo una persona fortunata perché quella che era una passione è diventata la mia professione. Oggi mi dedico totalmente alla vita artistica e nei miei spettacoli il ruolo del “becchino” è sempre presente.

Si può affermare che, in seguito alla partecipazione alla trasmissione televisiva “Italia’s Got Talent”, la sua vita abbia avuto una “svolta”. Cosa le manca della vita passata?
Non mi manca assolutamente nulla per il solo fatto che, eccetto il cambio di lavoro, ho continuato a vivere nella stessa maniera di prima, frequentando le stesse persone e gli stessi luoghi che ho amato da sempre.

Il 30 e il 31 ottobre avrà inizio la 7 edizione di “Noci in Corrida”. Lei ci sarà. Che ruolo avrà?
Sì. Mi occuperò della conduzione dell’evento con gli amici e colleghi Pamela Laera e Vito Laforgia. Permettimi di esternare la mia felicità di svolgere questo ruolo per “Noci in Corrida” che, senza paura di smentita, ha avuto, spesso, conduzioni di prestigio e concorrenti di assoluta qualità.

Leave a Reply

Your email address will not be published.