Gian Marco Ciampa incanta Noci con la sua chitarra

NOCI – Lo scorso 16 luglio la gnostra di Largo Torre ha fatto da cornice ad uno splendido concerto, inserito nel cartellone di Noci Estate 2017, promosso dall’associazione di promozione territoriale Pro Loco di Noci, in collaborazione con l’Atelier chitarristico Laudense di Lodi, promotore di eventi concertistici e per il recupero di partiture e antichi manuali legati esclusivamente alla chitarra classica.

Protagonista della serata è stato il giovane e promettente chitarrista romano Gian Marco Ciampa, vincitore di numerosi concorsi internazionali, che ha regalato ai nocesi una serata all’insegna della musica e della serenità, avvolti dalla magia che ogni gnostra del borgo antico nocese conserva e regala.  

Ad aprire il concerto è stato Tonino Colucci in rappresentanza dell’associazione promotrice Pro Loco, seguito da un breve intervento di Mario Gioia, direttore artistico dell’Atelier chitarristico Laudense, il quale ha fortemente voluto la realizzazione di questo spettacolo musicale proprio nel nostro paese, poiché a Noci lo lega il ricordo di suo padre Enrico Gioia, autore di numerose poesie in italiano e in dialetto nocese con le quali ha lasciato un segno indelebile nella cultura letteraria di Noci.

Gian Marco Ciampa ha trasportato il numeroso pubblico presente in un viaggio tra le musiche di grandi artisti come John Dowland, Giulio Regondi, Heitor Villa-Lobos, Joaquim Malats, Francisco Tárrega, Agustin Barrios, Mario Castelnuovo Tedesco e Roland Dyens, eseguendo vari brani, tra i quali Serenata Espanola, Fantasia sui temi de “La Traviata”, Confesion, Capriccio Diabolico e Tango En Skai.

proloco-concerto-ciampa-panoramica

«Suono da quando ho 10 anni, una passione nata per caso vedendo mio fratello strimpellare la chitarra a casa. Cosi a 10 anni mi segnai a Scuola di musica nella classe di chitarra, e sin dall’inizio capii che quella era la strada per me» ha raccontato a LeggiNoci.it il talentuoso chitarrista, confermando l’infinita passione per questo affascinante strumento, dimostrata in ognuna delle sue esibizioni.

Inoltre, come affermato anche a conclusione della serata, ha proseguito dicendo: «È stato bellissimo suonare a Noci. È la prima volta che vengo, ma mi sono sentito a casa. Sono stato trattato come uno di famiglia da tutti e suonare dentro una gnostra è stato magico».

Al termine della serata, il celebre ospite è stato salutato da un caloroso applauso del pubblico presente, che ha apprezzato la spontaneità la semplicità e il talento del giovane artista, resistendo anche alle fresche temperature. Inoltre, il primo cittadino Domenico Nisi ha consegnato al chitarrista un libro in ricordo della serata, in cui sono racchiuse molteplici immagini ritraenti gli scorci più belli del nostro amato centro storico.

Leave a Reply

Your email address will not be published.