Data di oggi: 07/07/2020

 
Caricamento Eventi

« All Eventi

  • Questo evento è passato.

La rivoluzione delle Sibille: Lea Melandri a Noci

28 febbraio @ 17:30

la-rivoluzione-delle-Sibille---NOCI-cop

NOCI – Il Centro Antiviolenza Andromeda, in collaborazione con l’Ambito Territoriale di Putignano e in collaborazione con tutti i Comuni dell’ambito, ha organizzato, per l’anno 2019/20, la rassegna “La  rivoluzione delle Sibille”: 5 tappe – una per ciascun comune – in cui attraverso la voce autorevole di figure femminili che, con il loro lavoro e il loro vissuto costruiscono, tassello dopo tassello, il concetto di parità nella società contemporanea, per dare il nostro contributo e porre in essere tutti quei cambiamenti nei comportamenti socio-culturali che eliminino pregiudizi, costumi, tradizioni basati sull’idea dell’inferiorità della donna o su modelli stereotipati dei  ruoli delle donne e degli uomini.

Venerdì 28 febbraio, h. 17.30, presso il Chiostro di San Domenico di Noci, per la rassegna LA RIVOLUZIONE DELLE SIBILLE, una tra le figure più significative e autorevoli del femminismo italiano: LEA MELANDRI.

Lea Melandri sarà protagonista, assieme alla prof.ssa Francesca Romana Recchia Luciani, docente del Dipartimento DISUM Università “Aldo Moro” di Bari, dell’incontro pubblico dal titolo “IL LEGAME INSOSPETTABILE TRA AMORE E VIOLENZA”.

la-rivoluzione-delle-Sibille---NOCI-locEvidente è che gli uomini violentano e uccidono le donne: non sono i malati di mente, i marginali, i pezzenti, i teppisti, i criminali noti, ma giovani ‘normali’, rispettosi e avviati a buona carriera.

Evidente è che il luogo primo di questo femminicidio è la casa, la famiglia, il luogo che sta in cima ai “valori” della retorica di destra, ma anche delle politiche sociali di una parte della sinistra, senza che  nessuno si chieda se la violenza non nasca proprio da lì, da quei lacci  famigliari che, istituzionalizzando l’infanzia, perpetuano al medesimo tempo lo sfruttamento del lavoro femminile gratuito, la lontananza delle  donne dalla sfera pubblica, la subordinazione al potere maschile dato  come ‘naturale’, l’ideologia che le vuole eternamente madri.

A moderare l’incontro Angela Lacitignola, coordinatrice del Centro Antiviolenza Andromeda; ad inaugurare la serata i saluti istituzionali  del sindaco di Noci, Domenico Nisi, dell’Assessore alla Socialità di Noci, Marta Jerovante, dell’Assessore ai Servizi Sociali di Castellana Grotte, Maurizio Tommaso Pace, con il passaggio della staffetta delle Sibille da Castellana Grotte a Noci.

Un appuntamento imperdibile, anche per le nuove generazioni, per conoscere una delle donne che ha dedicato la sua esistenza per la consapevolezza, la libertà e l’emancipazione femminile.

L’ingresso è libero.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentirne all’utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui.OK