I cinque candidati alla Regione

BARI – A breve ci ritroveremo in piena campagna elettorale “estiva” per le elezioni regionali che si terranno il 20 e 21 settembre. Sarà una competizione singolare e condizionata dal virus, anche per la novità dell’introduzione della doppia preferenza di genere disposta al Governo. E sarà battaglia vera!

Emiliano è il candidato uscente per il Partito Democratico. Emiliano potrà contare su un’ampia convergenza di liste civiche tra cui Italia in Comune, Senso Civico e Popolari per la Puglia. Anche per questo è dato come candidato favorito.

Negli scorsi giorni Matteo Renzi ha dichiarato che il suo partito, Italia Viva, ha un proprio candidato, quale l’attuale Sottosegretario del Governo Conte Ivan Scalfarotto. È un test importante per Renzi, per “pesare” il suo partito in Puglia. Scalfarotto, inoltre, sarà sostenuto dal partito Più Europa di Emma Bonino e da quello di Carlo Calenda, Azione.

Il Movimento 5 Stelle consuma in Puglia una sorta di scissione, infatti Mario Conca (ex grillino) si candida presidente con la lista civica “Cittadini Pugliesi”. Mentre i 5Stelle confermano come candidato alla presidenza Antonella Laricchia, già candidata nel 2015.

In questo clima si inserisce l’europarlamentare Raffaele Fitto, che spera nella spinta del simbolo di Salvini per provare ad insidiare Emiliano. Fitto è il candidato alla presidenza per Fratelli d’Italia e sarà sostenuto dalla Lega, da Forza Italia, dall’Udc e dalla lista Pensionati. Inoltre, Fitto sta predisponendo in queste ore una lista del Presidente che potrebbe vedere tra i candidati qualche nocese.

Come voteranno i Pugliesi? Vorranno leggere quei programmi che spesso sono stati specchietti per le allodole, vorranno capire cosa è stato rispettato dei vecchi programmi, conterà la comunicazione social o si asterranno in misura considerevole? Il tempo di goderci l’estete e poi le urne ce lo diranno.

In ogni caso la politica ci abitua a colpi di scena che potrebbero cambiare o far venir meno alcune candidature. Nell’attesa di tutte le ufficialità i cittadini iniziano a sentire il fermento delle votazioni sotto l’ombrellone.

Leave a Reply

Your email address will not be published.