Consiglio Comunale: Al varo della massima assise il Piano per il Diritto allo Studio 2020 e alcune variazioni al Bilancio di previsione. Rinnovata la convenzione per la gestione associata del servizio Giudice di Pace

NOCI – Si è svolto giovedì, 28 novembre, in prima convocazione il Consiglio Comunale.

Prima dell’inizio dei lavori, ricorrendo il 220° anniversario del martirio di Giuseppe Albanese, in concomitanza con la giornata di studi promossa dal Centro Culturale “G. Albanese” in collaborazione con dalla Biblioteca Comunale “Mons. Amatulli” e con l’I.I.S. “Da Vinci-Agherbino” di Noci-Putignano, il Sindaco Domenico Nisi, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, ha voluto commemorare questa giornata: «Sono sinceramente e profondamente grato a chi ha voluto questa celebrazione. Lo dicevo già questa mattina – e mi scuso con quanti si ritrovano a raccogliere ancora una volta questa mia particolare emozione. Particolare perché sorprende anche me. La memoria di questo nocese illustre mi ha raggiunto mentre ero chiuso e concentrato nelle strettoie di un quotidiano amministrativo pressante ed esigente, che quasi non concede sguardi fuori dall’oggi o, al più, dall’immediato domani. Non immaginavo quanto respiro avrei guadagnato quando ho dovuto interrompere la fatica quotidiana per occuparmi di un nocese di 220 anni fa. Un giovane nocese, diremmo oggi. Di un tempo che con un po’ di impegno possiamo assimilare al nostro presente (come forse a qualunque altro tempo ): rapidi cambiamenti, idee nuove, millenarie riferimenti culturali ed etici messi in discussione, fatti clamorosi, incredibili e incalzanti: popoli urlanti nelle piazze, sovrani nelle prigioni e sui patiboli, nuovi potenti sulla scena… E Noci? Allora come oggi, probabilmente, sveglia ma tranquilla, in attesa, prudente, affaccendata sul proprio giorno, nelle proprie guerricciole e nelle proprie brevi glorie. Un po’ periferia, allora come oggi. Giuseppe Albanese parte. La sua storia la conosciamo tutti, nel susseguirsi degli eventi. Possiamo anche conoscere le sue idee e intuire da quale passione politica fosse animato, forse indovinare la sua ambizione. Ma, vi assicuro che fermandosi un momento di più sulla sua vicenda, sale una grande curiosità – che forse è qualcosa di più – di conoscere altro di lui: l’uomo, il ragazzo di Noci, proprio di questa terra, i passi del suo cammino. Come non pensare alla grande retorica del ‘restare’, con cui spesso finiamo per apostrofare i nostri giovani, forse non di rado fornendo loro alibi, o astratti sensi di colpa? Un territorio, una periferia, una comunità non cresce entro confini invalicabili, fisici e culturali. Una comunità cresce quando sposta i propri confini sulle strade percorse da chi ha voglia di camminare. Si fa un gran parlare di crescita e di sviluppo. Il movimento a cui si pensa è quello che serve a ‘portare dentro’: innovazione sociale, tecnologie d’avanguardia, finanziamenti. Portare dentro per consumare qui. E questa sembra a noi la concretezza della crescita. Ma non c’è niente di più astratto che pensare la crescita solo così. La concretezza non è la prassi operosa e affannosa. Davvero concreto è solo ciò che passa attraverso la vicenda umana. Concreto, in una affascinante ipotesi etimologica, significa cun-crescere, crescere insieme. Una comunità, Noci, può concretamente crescere soltanto se tiene insieme chi ci è stato ieri e chi c’è oggi, chi oggi non c’è ma tornerà e chi domani ci sarà e sentirà ancora parlare di Giuseppe Albanese, che partì da questo paese, ma che oggi è qui a dare il suo contributo alla crescita di questa comunità, a darci ‘lenti nuove’ per guardare con l’intelligenza della storia il tempo che è assegnato a noi».

Alla riflessione del Sindaco si sono unite quelle del Consigliere Comunale Maria Rosaria Lippolis.

Ai componenti della Giunta e ai Consiglieri comunali è stata donata un copia del volume Passione giacobina. Ricordo di Gerardo Marotta nella città natale di Giuseppe Albanese a 220 anni dalla Repubblica napoletana a cura di Giuseppe Basile e Josè Mottola.

Il Presidente Fabrizio Notarnicola ha comunicato all’assise della pervenuta richiesta a firma dell’Avv. Josè Mottola di conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre. Il Sindaco, ricordando come la vicenda delle offese subite della Senatrice sia ormai oggetto di ampio dibattito pubblico, ne sottolinea la gravità. «Da parte nostra v’è la disponibilità ad avviare il percorso che porterà al riconoscimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre – ha dichiarato il Sindaco Domenico Nisi. – Ma il mio invito è a cogliere questa circostanza non come mero gesto simbolico, ma come occasione per avviare un percorso virtuoso di avvicinamento e conoscenza della figura di questa donna, nelle scuole, fra le organizzazioni del Terzo Settore, ponendo le basi per una concreta crescita della nostra comunità. È nostro imperativo morale, civico e istituzionale fare tutto il necessario affinché riguardo queste tematiche si sviluppi una vera coscienza civica, con il coinvolgimento dell’intera cittadinanza».

A seguire, è stata l’Assessore alle Pari Opportunità Marta Jerovante ad intervenire sull’adesione del Comune di Noci alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricostruendone la vicenda storica e ricordando le azioni messe in pratica dal Comune di Noci per contrastare questi fenomeni (si allega nota). A farle eco il Consigliere Maria Rosaria Lippolis, prima che l’assise osservasse un minuto di silenzio in onore e ricordo delle vittime.

Oggi, venerdì 29 novembre, alle ore 9.30, si è riunito il Tavolo Operativo della Rete Locale Antiviolenza per la definizione del protocollo operativo, di cui l’equipe multidisciplinare di Ambito di contrasto alla Violenza di genere, integrata dalla figura di un’assistente sociale (dott.ssa Anita Paolillo) e dalla psicologa (finanziata dai fondi regionali di potenziamento dell’equipe) dott.ssa Alessandra Latrofa, si sta dotando per regolare i rapporti con il CAV Andromeda e con il Servizio Sociale Professionale del nostro Comune.

Il Consigliere Vito Plantone, rispetto alla vicenda della Senatrice Liliana Segre e alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, denuncia l’atteggiamento delle destre nell’affrontare queste questioni, discriminando le donne straniere rispetto a quelle italiane in tutte le iniziative, anche se puramente celebrative e commemorative. L’invito, rivolto soprattutto alla maggioranza e alla Sinistra, è a portare il dibattito alle estreme conseguenze, dicendo le cose come stanno; e alle Destre a prendere le distanze da posizioni discriminatorie e da posizioni politiche nutrite di odio.

Infine, prima di dare avvio ai lavori, il Sindaco mostra il nuovo Gonfalone del Comune di Noci, ringraziando il dott. Vincenzo D’Aversa, Responsabile del Settore Affari Generali, per l’impegno profuso.

*****

Dopo la lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti del 31.07.2019 e 24.09.2019, si è entrati nel vivo dell’ordine del giorno.

Al varo dell’assise il programma comunale degli interventi per il diritto allo studio e per la promozione del sistema integrato di educazione e di istruzione per l’anno 2020, in applicazione della Legge Regionale n. 31/2009 d D.Lgs. n. 65/2017, che ha come obiettivo quello di promuovere e sostenere azioni volte a rendere effettivo il Diritto allo studio, programmando interventi diretti a rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale e culturale al fine di rendere effettivo per tutti il pieno esercizio del diritto all’istruzione e alla formazione. Spetta quindi agli Enti locali, attraverso la predisposizione di un programma, elaborato con il concorso delle istituzioni scolastiche statali e paritarie, esercitare le funzioni amministrative e provvedere alla gestione delle relative risorse, trasmettendo alla Regione una relazione annuale sull’utilizzo dei fondi regionali e sul raggiungimento degli obiettivi della programmazione, nonché sulle esigenze e le particolarità del loro territorio.

A partire da quest’anno la Regione ha peraltro dato avvio all’informatizzazione delle procedure per i programmi comunali per il diritto allo studio di cui alla L.R. n. 31/2009 e per la promozione del sistema integrato di educazione e istruzione (d.lgs. n. 65/2017), attraverso la creazione di un’apposita sezione sulla piattaforma “Studio in Puglia”, già operativa per la gestione dei contributi per le borse di studio e per i libri di testo. Il nuovo sistema informatizzato prevede la compilazione on-line, da parte del funzionario comunale referente appositamente abilitato, di alcune schede, attraverso le quali, oltre a rappresentare le modalità di svolgimento dei servizi, i relativi costi e i contributi richiesti, i Comuni forniscono altre notizie finalizzate alla definizione di un quadro generale regionale.

«Il Programma comunale è stato formulato tenendo conto delle priorità d’intervento e delle indicazioni contenute nelle schede – ha spiegato l’Assessore all’Offerta Formativa, Marta Jerovante. – Il numero degli alunni frequentanti gli Istituti comprensivi si mantiene pressoché costante. Significativo è invece l’incremento del numero degli iscritti al nostro Istituto di istruzione secondaria di secondo grado “Da Vinci-Agherbino”, con particolare riferimento al Liceo, nei suoi tre indirizzi, scientifico, scienze umane, economico-sociale. A questo riguardo, mi preme peraltro segnalare, con una nota di sincera soddisfazione, che nell’ambito dell’edizione 2019-20 di Eduscopio.it, l’indirizzo del Liceo delle Scienze Umane si colloca al primo posto fra le scuole di pari livello. Nel suo complesso, l’IIS “Da Vinci-Agherbino” ha confermato un buon andamento dei propri indirizzi di studio. L’analisi in questione, giunta alla VI edizione, viene condotta dal gruppo di lavoro della Fondazione Agnelli, coordinato da Martino Bernardi, e ha coinvolto per l’ultima edizione 7mila istituti e 1,3 milioni di studenti italiani. L’indice cui si fa riferimento tiene conto della media dei voti e dei crediti ottenuti. Relativamente al Servizio mensa si riporta il numero degli alunni che in media fruiscono del servizio, con relativa previsione di durata del servizio (150 gg. per il corrente anno scolastico). Per quanto attiene al costo del servizio, fornito mediante appalto a terzi, la spesa media giornaliera pro-capite è pari a € 4,60 e la quota di contribuzione che resta a carico delle famiglie è di € 3,50. Sottolineo che anche per l’anno 2019 le tariffe a carico degli utenti sono rimaste invariate. E ciò nonostante l’incremento dell’importo del buono pasto posto a base della nuova gara. A quest’ultimo riguardo, rammento che il servizio affidato all’impresa aggiudicataria prevede il mantenimento di un nostro Centro di cottura presso la Scuola Positano, oltre all’adeguamento funzionale degli altri centri di cottura, nonché, e sempre a carico dell’impresa, gli interventi di manutenzione e riparazione che dovessero rendersi necessari sugli impianti e nei locali. Inoltre, accanto alla Commissione Mensa, composta da rappresentanti dei genitori, insegnanti, dirigenti scolastici e il Sindaco o un suo delegato, cui sono affidati compiti di collegamento tra l’utenza, l’Amministrazione comunale e l’impresa, e di monitoraggio della qualità del servizio, con riferimento alla gradibilità e accettabilità del pasto, con la nuova gara l’Amministrazione comunale ha previsto l’istituzione di una Commissione tecnica, composta da professionisti esperti, cui sarà assegnata una pregnante funzione ispettiva e di controllo presso il Centro di cottura, le cucine e i refettori,  nonché una funzione consultiva. Per quanto concerne la fornitura dei libri di testo alle studentesse e agli studenti frequentanti le scuole secondarie di 1° e di 2° grado, statali e paritarie, residenti sul territorio della regione Puglia e appartenenti a famiglie la cui situazione economica si attesti ad un livello di ISEE inferiore o uguale a € 10.632,94, mi preme ricordare che per la nostra Amministrazione copre pienamente le istanze mediante i fondi ministeriali (trasferiti all’Ente locale dalle Regioni). Peraltro il nostro Ente ha attivato, a partire dallo scorso anno, un servizio di concessione in uso gratuito dei libri di testo, nonché di dispositivi per la fruizione dei materiali didattici. Superata la fase di sperimentazione, per l’anno scolastico in corso il beneficio del comodato d’uso gratuito è stato esteso, unitamente agli alunni frequentanti le prime classi delle scuole secondarie di I grado, anche agli studenti residenti a Noci e frequentanti i nostri istituti di istruzione secondaria di II grado, limitatamente alle prime classi. Per gli studenti iscritti fuori Noci resta ferma la possibilità di accedere, previo il rispetto degli indicatori reddituali, al beneficio della fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo mediante l’erogazione di un contributo economico a copertura totale o parziale delle spese sostenute per l’acquisto del materiale didattico. Ricordo inoltre che la nostra Amministrazione, sul piano dell’offerta formativa, con specifico riferimento sia all’allestimento innovativo degli ambienti di apprendimento sia alla proposta alle Scuole di momenti e percorsi di approfondimento, ha però mostrato costante attenzione. Riguardo al primo aspetto, abbiamo confermato l’adesione ai progetti “Senza Zaino” e “D.A.D.A.” su entrambe le nostre scuole primarie “Positano” e “Cappuccini” e sulla scuola dell’infanzia “Gallo”, garantendo la fornitura necessaria per allestire tre classi nell’Istituto comprensivo Gallo-Positano, e 5 laboratori nella primaria dell’Istituto comprensivo “Cappuccini-Pascoli”. Molto intensa, lungo tutto lo scorso anno scolastico, è stata poi l’attività condotta in collaborazione con l’I.S.S. “Da Vinci-Agherbino”: a cominciare dalla suggestiva iniziativa a cura dei docenti del Dipartimento di Storia e Filosofia nella cornice della Giornata della memoria, che ha visto come protagoniste le studentesse partecipanti al percorso “Costituzione e cittadinanza” nel racconto delle vicende dell’orchestra femminile di Birkenau, diretta dalla kapò Alma Rosé, inframmezzate da riflessioni storiche, filosofiche e musicali. Peraltro, nel corso del medesimo evento si è inserita la narrazione dell’esperienza dei due studenti che avevano partecipato all’edizione 2019 del progetto “Treno della memoria” a seguito di finanziamento, da parte del nostro Ente, delle rispettive quote di contribuzione; a seguire l’organizzazione, in collaborazione anche con l’Università degli Studi di Bari e con la Coop. Comunità San Francesco (affidataria del Centro Risorse per la Famiglia dell’ATS di Putignano), di un momento di riflessione in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale del Servizio Sociale, dedicata lo scorso anno alla promozione dell’importanza dei rapporti sociali e delle relazioni tra le persone nei differenti contesti, familiari, amicali, comunitari. In quella circostanza, abbiamo assistito ad performance delle studentesse del triennio del Liceo delle Scienze Umane, guidate anche in quel caso dai loro docenti nella riflessione sulla possibilità di apprendere le capacità di relazione interpersonale, mediante lo sviluppo delle emozioni, della comunicazione non verbale, di atteggiamenti empatici e di fiducia. E, poi, ancora un incontro straordinariamente arricchente ed emotivamente coinvolgente sull’esperienza degli internati militari italiani e sul contributo dei nocesi alla Resistenza, incentrato sulla testimonianza personale di un nostro concittadino del dolore dei lager, delle difficoltà e della responsabilità della Memoria. All’inizio del corrente anno scolastico, tra settembre e ottobre, abbiamo nuovamente coinvolto gli studenti del “Da Vinci-Agherbino” in un progetto promosso in collaborazione con il progetto ex SPRAR-SIPROIMI “La nuova dimora”, destinato a promuovere tra i giovani un percorso a vocazione interculturale con l’obiettivo di sviluppare il senso delle responsabilità sociali, della solidarietà e del pieno rispetto dei diritti umani. Con il supporto dei docenti e dei facilitatori delle differenti discipline multimediali, gli studenti hanno affrontato temi quali il viaggio e le rotte migratorie nel Mediterraneo, il diritto d’asilo, l’accoglienza dei rifugiati, i difficili percorsi di integrazione, i diritti universali dell’uomo e le discriminazioni, in stretta vicinanza con i beneficiari del progetto. Infine, in ordine di tempo, l’Amministrazione comunale ha rinnovato la propria adesione al Progetto “Treno della Memoria” nell’edizione 2020, confermando la disponibilità a concedere delle borse di studio a favore di studenti di Noci, meritevoli e con una situazione reddituale non elevata, frequentanti l’I.I.S. “L. Da Vinci – A. Agherbino” ed individuati dalla Dirigente Scolastica, a copertura totale delle rispettive quote di partecipazione. La nostra Amministrazione, quindi, assume su di sé l’impegno di contribuire a dare sostanza, materiale ed intellettuale, a questi percorsi».

Il Consigliere Stanislao Morea sottolinea l’importanza di un coordinamento tra Amministrazione Comunale, Scuole e associazioni. Ringraziando l’Assessore per l’accurata relazione, ha chiesto delle specificazioni sui trasferimenti regionali, sempre più risicati.

È bene, in ultima analisi, fare presente quali sono stati gli interventi effettuati con fondi del Bilancio comunale nel corso del 2019 a seguito di richiesta di contributi: interventi di riparazione della guaina bituminosa impermeabile presso la Scuola materna “Gallo”, per un importo complessivo di € 10.000,00; interventi di manutenzione ordinaria per la sostituzione di apparecchi illuminanti interni, ecc. per un importo complessivo di € 600,00 presso la Scuola materna “Tinelli”; interventi di manutenzione ordinaria per la sostituzione di apparecchi illuminanti interni, impiantistica, ecc. per un importo complessivo di € 800,00 presso la Scuola materna “Scotellaro”; interventi di manutenzione ordinaria per la sostituzione di apparecchi illuminanti interni, impiantistica, ecc. per un importo complessivo di € 400,00 presso la Scuola materna “Guarella”; interventi di manutenzione ordinaria per la sostituzione di apparecchi illuminanti interni, impiantistica, ecc. per un importo complessivo di € 500,00 presso la Scuola materna “Seveso”.

Per il 2020 vi è la necessità di provvedere all’acquisto di due scuolabus di nuova generazione (a motorizzazione a metano) per rinnovare il parco veicoli adibiti a trasporto scolastico, ormai obsoleto e inquinante, per un importo preventivato di circa € 85.000,00 a scuolabus.

Il provvedimento è stato approvato all’unanimità.

Si è dunque passati alla ratifica di alcune variazioni di Bilancio adottate con Deliberazioni della Giunta Comunale in via d’urgenza, e che necessitano della ratifica, a pena di decadenza, da parte dell’Organo Consiliare entro i sessanta giorni seguenti e comunque entro il 31 dicembre dell’anno in corso.

In particolare è stata ratificata la Delibera Giunta Comunale n. 101 del 22.10.2019 avente ad oggetto: “Variazione di Bilancio. Ministero dello Sviluppo Economico – Decreto Legge “Crescita” 30.04.2019. Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. Intervento di realizzazione di un sistema di rilevamento avanzato ai varchi del centro storico – Zona Traffico Limitato”. «La variazione in entrata riguarda un contributo a fondo perduto di € 90.000,00 per la realizzazione di un progetto che rientra nelle nostre linee programmatiche di questa Amministrazione» ha spiegato l’Assessore alla Viabilità, Stefano Guagnano. Il Consigliere Morea ha espresso alcune perplessità circa la capacità di monitoraggio che il corpo di Polizia Municipale sarebbe in grado di garantire e ha chiesto se tutte le telecamere di sorveglianza presenti sul territorio siano effettivamente funzionanti. L’Assessore Guagnano ha chiarito che il monitoraggio avverrà presso la nuova Sala Operativa attrezzata nei locali ex Ufficio Tecnico, dove presto sarà anche trasferito il Comando di Polizia Municipale. Il provvedimento è passato con voti unanimi.

La seconda variazione di Bilancio riguarda la Delibera di Giunta Comunale n. 102 del 22.10.2019 avente ad oggetto: Deliberazione di G.C. n. 94/2019 “Approvazione atto regionale n. 87/2019 – San Martina in Tours: Bacco in Valle d’Itrai” – Variano d’urgenza al Bilancio di Previsione finanziario 2019/21 (art. 175, comma 4, del D.Gls. n. 267/2000). «La variazione in entrata attiene ad un finanziamento di circa 18mila euro ottenuto dalla Regione Puglia per realizzare un press tour con giornalisti di settore durante la manifestazione “Bacco nelle Gnostre”» ha spiegato il Sindaco Nisi. Anche questo provvedimento è stato approvato con voti unanimi.

La terza variazione, infine, riguarda la Delibera di Giunta Comunale n. 103 del 22.10.2019 avente ad oggetto: “Variazione di Bilancio. Legge 353/2000 e L.R. n. 18/2000: Regione Puglia, contributo lotta attiva agli incendi boschivi anno 2019, sostegno in favore degli Enti Locali”. «La variazione in entrata attiene al contributo regionale di € 5.000,00 per l’acquisto di un modulo antincendio da montare sul pick up comunale» ha spiegato l’Assessore alla Protezione Civile Guagnano. Come i precedenti, anche questa deliberazione ha trovato voti unanimi.

Ultima variazione sottoposta alla ratifica del Consiglio era quella adottata con deliberazione di Giunta Comunale n.99 del 30.09.2019 avente per oggetto “Soggiorno Anziani anno 2019 – Crociera nel Mar Mediterraneo – Variazione d’urgenza al bilancio di Previsione Finanziario 2019/2021 (art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000)”. «La variazione si è resa necessaria poiché avevano la necessità di far transitare su un apposto capitolo d’entrata le quote di contribuzione a carico degli utenti, al fine di impiegare quella maggiore entrata per il viaggio stesso, garantendo servizi e prestazioni aggiuntivi» ha spiegato l’Assessore alla Socialità Jerovante. Il provvedimento è stato votato all’unanimità.

Passano anche, dopo un’ampia discussione sulle modalità di gestione del contenzioso, i riconoscimenti dei debiti fuori Bilancio ex art. 194 comma 1 lettera a) G.Lgs. n. 267/2000, con l’astensione dei consiglieri Morea, Mansueto e D’Aprile. Entrambe le variazioni di Bilancio avvengono con applicazione dell’avanzo di amministrazione.

Consecutivamente, è stata discussa e approvata, con 10 voti favorevoli e , la variazione al Bilancio di previsione finanziario 2019/21. «Come disposto dal Testo Unico degli Enti Locali, entro il 30 novembre di ogni anno è possibile apportare delle variazioni al Bilancio di previsione – ha spiegato il Sindaco Nisi. – Perciò, tenuto conto delle richieste dei vari Settori e delle maggiori e minori entrate, sono state spostate risorse per circa 247mila euro, dei quali una voce consistente attiene all’aumento dei costi del servizio di igiene urbana». Il Sindaco ha colto l’occasione per fare gli auguri al nuovo Responsabile del Settore Economico e Finanziario, dott. Antonio Palma.

Al varo del Consiglio Comunale anche la nuova Convenzione per la gestione associata del servizio Giudice di Pace di Putignano. L’atto si rende necessario poiché la nuova configurazione del servizio prevede oggi l’accorpamento dei Comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo, Noci, Putignano e Turi. Il Consiglio ha dunque approvato con 11 voti favorevoli e 3 astenuti la bozza di convenzione per la gestione associata del servizio del Giudice di Pace, dando atto che la spesa a carico del Comune di Noci per l’anno 2019 è pari ad € 2.464,59, mentre per gli anni 2020 e 2021 si seguiranno le modalità e i termini previsti nella convenzione.

È stato ritirato l’ultimo punto all’ordine del giorno, relativo all’approvazione dello schema di convenzione per la gestione associata ex art. 30 D.Lgs. n. 267/2000 dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Sistema Murgiano e del contratto di servizio con “Murgia Sviluppo SCARL”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.