Domenica 28 la X edizione del “Manichino d’oro”: dal tracciato alla realizzazione di un capospalla

NOCI – È iniziato il countdown per la X edizione del “Manichino d’oro”, promossa dall’Accademia Nazionale dei Sartori insieme alla Confartigianato di Noci. La kermesse, interamente dedicata alla sartoria femminile, si svolge con cadenza biennale ed è finalizzata alla selezione di un candidato o candidata, a livello regionale, che parteciperà al concorso nazionale che si terrà a Verona. Quest’anno avrà luogo domenica 28 aprile, presso il Museo dei Ragazzi (via Kennedy), che è pronto ad ospitare una decina di promesse della moda, che metteranno in campo la loro fantasia e la loro bravura tecnica.

La presentazione ufficiale dell’evento è avvenuta lo scorso 18 aprile, durante una conferenza stampa, tenutasi alla presenza del presidente del Confartigianato Antonio Quarato; del sarto Mario Pastore, delegato regionale dell’Accademia Nazionale dei Sartori; dell’assessore alle attività produttive Natale Conforti; della dirigente dell’Agherbino nocese Rosa Roberto e della professoressa D’Elia. Dunque Confartigianato, Accademia dei Sartori, amministrazione e scuola: è questa la fondamentale rete che il concorso intende promuovere.

La manifestazione crea, infatti, una sinergia e osmosi tra scuola e territorio, inserendosi nell’ambito di quella necessaria connessione tra l’aula scolastica e il mondo lavorativo, che si fa ancor più indispensabile quando l’istituto in questione è un professionale. L’Agherbino di Noci in tal senso, con i suoi laboratori e le sue attività, spicca nel panorama dei tecnici della zona. Entrando nel merito dell’indirizzo Confezioni e Moda, si deve registrare un’ottima preparazione degli studenti, capaci di realizzare raffinati capi e di competere con successo nei vari concorsi. Appena il 5 aprile i giovani nocesi hanno guadagnato il podio in una manifestazione tenutasi a Martina Franca e sono ora pronti a rimettersi in gioco, con la partecipazione alla X edizione del “Manichino d’Oro”. Sono 3 gli studenti iscritti della quinta dell’Agherbino nocese, che si stanno preparando sotto la guida della docente D’Elia, impegnata nel favorire lo sviluppo delle loro capacità di disegno, le loro competenze storiche e manuali.

Domenica 28 saranno chiamati alla realizzazione di un capospalla, di cui tema e misure saranno assegnanti al momento. A giudicarne l’operato e decretare il vincitore, vi sarà una giuria di esperti, così composta: la professoressa Giulia Basile, presidente di giuria; la stilista Monica Bianco; la stilista sarta Isabel Pabo; i maestri sarti Vincenzo Jerovante e Franco Sasso; la stilista sarta Paola Buttiglione e Maria Francesca D’Onghia, componente direttivo Confartigianato. Infine, al termine della giornata, vi sarà la sfilata degli abiti partecipanti insieme ad altri 10 capi realizzati dagli studenti dell’Agherbino negli ultimi 3 anni.

Pertanto, il concorso costituisce per gli studenti un’ottima palestra, una vetrina importante, un’esperienza di crescita e confronto, in cui cogliere i frutti del quotidiano lavoro svolto in classe. Competenze tecniche e creatività saranno i due ingredienti indispensabili in questa kermesse, che si pone anche il nobile obiettivo di incentivare il made in Italy, in una fase di continua delocalizzazione delle produzioni. Eppure, la moda italiana resta unica ed apprezzata in tutto il mondo, quel mondo che chiede nuove forze dotate di grande capacità artistica e artigianale, che proprio le nostre scuole e tali iniziative si occupano di formare.

Segue il programma della giornata:

09.00 Consegna Abiti – insediamento giuria

09.30 Inizio tracciato

13.00 Consegna lavori

13.30 Pausa pranzo

16.00 Presa visione dei lavori in corso da parte della giuria

18.00 Consegna premi e attestati

A seguire sfilata do abiti partecipanti al concorso e di una Capsule Collection degli studenti del settore Abbigliamento e Moda dell’IIS “L.Da Vinci – Agherbino” di Noci

foto-confrt-2

Leave a Reply

Your email address will not be published.