Noci Rigenera: chiuso il trittico di incontri, ora parola al Consiglio Comunale

NOCI – Si sono conclusi, con i due appuntamenti di venerdì 6 ottobre presso il Chiostro di San Domenico e martedì 10 ottobre presso il Nuovo Foro Boario, gli incontri per la redazione partecipata del DPRU (Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana) da candidare al bando di finanziamento regionale “Rigenerazione urbana sostenibile”, previsto nell’ambito del POR FESR-FSE 2014-2020.

Il piano di rigenerazione che il Comune di Noci intende candidare a finanziamento riguarda un’area urbana periferica e marginale con presenza di servizi, attrezzature ed infrastrutture, anche dismesse, edilizia residenziale pubblica e privata che costituisce un sistema urbano omogeneo e funzionale per una rigenerazione urbana sostenibile. L’area in questione comprende l’ex depuratore di contrada Mancini, con interventi di sistemazione del verde finalizzati alla promozione turistica, l’ex Macto, dove sono stati previsti interventi infrastrutturali per l’efficientamento energetico e la creazione di spazi espositivi, il Nuovo Foro Boario e i locali degli ex Servizi Sociali, che resteranno spazi finalizzati a scopi sociali.

La rigenerazione, intesa come ristrutturazione edilizia e urbanistica, promossa dal Comune e da attuarsi con la collaborazione di partenariato locale e organismi pubblici, imprese, cooperative, associazioni e privati, prevede azioni mirate al miglioramento della qualità ambientale, alla rigenerazione ecologica della città, alla promozione dell’occupazione e all’impiego dell’imprenditoria locale.

noci-rigenera-protocollo-castellana-grotte

Lo scorso 6 ottobre, il Sindaco di Noci Domenico Nisi e il Sindaco di Castellana Grotte Francesco de Ruvo hanno sottoscritto il protocollo d’intesa finalizzato alla costituzione di un partenariato per la partecipazione in forma associata alla procedura di selezione delle Aree Urbane e di individuazione delle Autorità Urbane. I due Comuni hanno individuato aree e immobili di proprietà comunale in stato di abbandono o comunque sottoutilizzate, allo scopo di trasformarle da detrattori ad attrattori, spazi di aggregazione dei saperi e delle competenze, in grado di offrire servizi, opportunità di formazione e di lavoro già sperimentate nelle grandi città anche in piccoli comuni come i nostri. Si tratta di una vera e propria opera di riqualificazione urbana con destinazione sociale che persegue l’obiettivo di abbandonare le classiche forme assistenzialistiche rivolte alle marginalità sociali, per sperimentare pratiche di innovazione sociale maggiormente efficaci sotto il profilo dell’integrazione.

Diverse sono state le proposte che i cittadini hanno sottoposto all’Amministrazione Comunale durante i tre incontri pubblici organizzati e attraverso la pagina Facebook “Noci Rigenera”. Visti gli scopi del bando, sono stati anche incontrati i rappresentati delle diverse sigle sindacali, convocati a Palazzo di Città lo scorso 6 ottobre. Tra poche ore il D.P.R.U. passa al vaglio del Consiglio Comunale e, qualora i due Comuni di Noci e Castellana Grotte dovessero passare la prima fase, si aprirà un’ulteriore fase di partecipazione che vedrà nuovamente coinvolti cittadini, associazioni e professionisti, per discutere di cosa concretamente andare a realizzare in questi spazi.

noci-rigenera-incontro-sindacati

Leave a Reply

Your email address will not be published.