Dipendenti comunali in pensione

NOCI – Il Comune di Noci saluta tre dipendenti comunali che vanno in pensione. Ieri mattina a palazzo di città cerimonia di quiescenza per Carlo Vicenti, Concetta Initini e Maria Pia Pizzarelli. In una sala consiliare piena di addetti ai lavori e amministratori pubblici, i dipendenti comunali hanno salutato i colleghi che sono andati in pensione.

Concetta Intini e Carlo Vicenti hanno iniziato insieme a lavorare presso l’ente pubblico il 1 aprile 1978 ed insieme sono andati in pensione. Per Vicenti il pensionamento è scattato il 1 ottobre 2016, per Intini un mese dopo. Assente per motivi di salute Maria Pia Pizzarelli a cui comunque giunge il plauso di tutti i colleghi. «Un grazie di vero cuore per tutti gli anni trascorsi in servizio presso il nostro palazzo di città ed un augurio per una buona pensione» è il saluto del sindaco Domenico Nisi. «Che sia una seconda vita dedicata agli affetti famigliari e vissuta in buona salute» è invece il commiato del presidente del consiglio comunale Stanislao Morea. Particolare anche il saluto di Margherita Liuzzi che proprio nei confronti della collega Intini ha ricordato come questa sia stata pioniera dell’inserimento delle donne (1978) in un ambito lavorativo sino ad allora a completo appannaggio dell’universo maschile.

dipendenti-pubblici-quiescenza-gruppo

L’occasione è stata utile anche per riflettere sulla pianta organica dell’ente comunale che si è ridotta nell’ultimo decennio da 150 ad appena 64 dipendenti. Secondo l’ultima riforma in materia, il Comune potrebbe assumere 1 dipendente ogni 4 che vanno in quiescenza. In qualche modo una tegola per il primo ente di interfaccia sul territorio che dovrà, qualora decida di assumere nuovamente, interfacciarsi con altri enti come la ex Provincia di Bari, per prendere dipendenti pubblici in mobilità. Il Comune di Noci ha già avviato una politica di accorpamento degli incarichi riguardanti soprattutto le figure apicali. Margherita D’Alena, già in capo all’ufficio finanziario, ha assunto anche la delega alla fiscalità locale dopo la prematura scomparsa di Antonia Locorotondo. Margherita Liuzzi, già a capo delle risorse umane e servizi demografici, accorperà anche quello degli affari generali e contenzioso lasciato vacante da Concetta Intini. Diversa e delicata la situazione della Polizia Locale. Dopo Vicenti anche altri, a breve, andranno in pensione. Il personale in forze al comando dei vigili urbani sta rasentando lo zero e i due nuovi vigili Marco Cazzolla e Giuseppe Montone sono in attesa di regolarizzare i propri contratti. La speranza è che i nuovi arrivi diventino effettivi a tempo indeterminato.

«Sono veramente emozionata – dice con voce intermittente Concetta Intini – qui in tanti anni abbiamo vissuto insieme tanti momenti, belli e brutti, e questo lo porterò sempre con me». Più simpatica la chiusa di Vicenti: «mi chiedete come si sta in pensione? Meravigliosamente bene».

 

Ai dipendenti pubblici Vicenti, Intini e Pizzarelli auguri di buona quiescenza anche dalla Redazione di Legginoci.it.

Leave a Reply

Your email address will not be published.