Giusy D’Onghia, la “visionaria” di successo

NOCI – Grande successo ha riscosso la performance della nota hair designer Giusy D’Onghia andata in scena all’interno dell’evento “Moda e Spettacolo”, con il pubblico presente in piazza Plebiscito letteralmente rapito dalle “magie” e dall’estro della nota hair designer nocese, che in giovanissima età (17 anni) “sposa” il lavoro di parrucchiere, attività di famiglia.

E da allora che i capelli diventano fonte di creatività, per lei taglio, colore e acconciatura sono l’immagine fondamentale della donna.

Capelli e non solo, per Giusy, il trucco, gli abiti, i tessuti gli accessori scoperti grazie alla frequentazione delle accademie italiane   come quella di Diego Della Palma, ed internazionali di Vidal Sasson a Londra e Sebastian a Los Angeles, le permettono di avere una visione più ampia che si concretizza nella fondazione nel 2012 della “Kultò Hair Academy”, accademia che si pone l’obiettivo di “forgiare” i parrucchieri: non solo tecnica e stile ma eccellenza e qualità.

Per la sua innata capacità nell’anticipare tendenze di moda e di stile si è guadagnata da parte degli addetti ai lavori e dalla critica nazionale ed internazionale l’appellativo di “visionaria”.

Domenica sera in piazza Plebiscito ha presentato la sua nuova collezione “Paradise”, ispirata all’Impero del Sol Levante, la collezione 2017 di Kult Hair Academy è un vero inno all’amore e alla bellezza delle donne, che mai come questa volta sono valorizzate in tutta la loro purezza ed eleganza.

L’Art Director Giusy D’Onghia commenta così a LeggiNoci.it il lancio della sua collezione: «sono certa che tutti gli allievi della nostra Accademia non potranno fare a meno di amarla. Come sempre la donna che propongo per la nuova collezione, è un’evoluzione della precedente e per il 2017 sono pronta a stupire con una figura femminile completa, da tutti i punti di vista, sia estetici che morali. Ho scelto come meta ispiratrice il Giappone, perché ero alla ricerca di un posto orientato alla ricerca del bello inteso in senso ampio, dove il rispetto degli altri è anteposto agli interessi personali. Nella mia testa immaginavo una donna “perfetta” in grado di trasmettere cultura e bellezza e in questo paese posso dire di averla trovata. In più, ho scelto di realizzare l’intero photo-shooting ad aprile, un periodo magico per questa paese, perché la fioritura dei ciliegi mi ha messo difronte ad uno spettacolo cromatico irripetibile. Infatti, i petali mentre cadono e fluttuano nell’aria, sembrano imbastire una danza meravigliosa. Chiunque voglia un assaggio del mood che propongo per il prossimo anno, può gustarsi le prime due ikone editoriali, Katana e Geisha, che ho studiato nei minimi dettagli, sia per quanto riguarda i capelli, il trucco e gli accessori, ma anche in merito ai vestit».

Questo è solo l’inizio di una collezione che si preannuncia “out of ordinary”.

giusy-donghia-gruppo

Leave a Reply

Your email address will not be published.