“Premio Noci per la storia locale”, cerimonia con i vincitori della 13° edizione

NOCI – Si è svolta lo scorso sabato 2 luglio, presso il Chiostro delle Clarisse, la 13° edizione della cerimonia di premiazione del “Premio Noci per la storia locale”.

L’evento è stato introdotto e concluso con un intervento musicale a cura dell’Associazione Musico Culturale AULOS di Noci, eseguito con grande maestria dalla violinista Daniela Carabellese e dal pianista Pietro Laera, che hanno intrattenuto il pubblico con brani classici.

premio-noci-cerimonia-aulos

Gli ospiti della serata, moderata dal presidente della Biblioteca comunale di Noci Giuseppe Basile, sono stati il sindaco Domenico Nisi, Domenico Blasi, direttore del Gruppo Umanesimo della Pietra di Martina Franca, la direttrice della Biblioteca Comunale di Latiano Rita Caforio, e Pietro Sisto, docente di Letteratura italiana presso l’Università degli studi di Bari, tutti componenti della commissione giudicatrice dei lavori realizzati.

Prima della premiazione, il prof. Pietro Sisto ha spiegato al numeroso pubblico presente l’importanza della storia, in particolare di quella locale, affermando: «La storia la si può fare non solo attraverso grandi eventi, ma nella vita quotidiana. L’albero, simbolo dello stemma di Noci, è una figura ricorrente nella letteratura delle imprese perché rappresenta le tre dimensioni della vita in cui l’uomo è chiamato a vivere, passato, presente e futuro».

L’opera vincitrice della prima sezione, riguardate opere o tesi sulla storia di Noci, è intitolata “Oronzo Lenti (Noci, 1848-1918): possidente agricolo, amministratore comunale, uomo di cultura”, a cura di padre Gennaro Antonio Galluccio osb. Si tratta di un volume scritto a più mani, poiché comprende numerosi saggi che delineano differenti particolarità della figura di Oronzo Lenti, intellettuale e uomo politico.

Il vincitore della seconda sezione dedicata alle opere sulla storia dell’area circostante a Noci, invece, è stato il volume “Potere e liturgia: argenti dell’età barocca in Terra di Bari”, curato da Giacomo Lanzillotta, un catalogo di argenti messi in mostra a Conversano, dal quale emerge il lusso e il potere religioso di quell’epoca, in contrasto con la miseria delle popolazioni locali. In questa stessa sezione, infine, sono state segnalate tre opere premiate con una targa: “D’Antan: Gioia del Colle raccontata per 72 immagini del primo ‘900”, a cura di Sebastiano Lagosante, “Tastiera e Telaio: la musica nel Conservatorio delle Monacelle di Casamassima” di Beatrice Birardi, e l’inedito “Discorso del Signor N.N. al Signor Consigliero don Geronimo Acquaviva”, curato da Rosaria Colaleo e Mariarosaria Lippolis.

premio-noci-cerimonia-galluccio

One Response to "“Premio Noci per la storia locale”, cerimonia con i vincitori della 13° edizione"

  1. Stano Leonardo  4 luglio 2016

    Desidero esprimere il mio rammarico in quanto il moderatore (Sig. Giuseppe Basile) presentando il libro vincitore del padre Gennaro Antonio Galluccio osb “Oronzo Lenti (Noci, 1848-1918)” ringraziando tutti coloro che hanno aiutato l’autore del libro, non ha menzionato il sig. Vito LIUZZI, in quanto, mi risulta, aver dato un apporto alla stesura del libro,non indifferente e con pieno animo, cosa che, invece, ha fatto lo stesso autore del libro. Mancanza di tatto? o voluto?

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.