Disagi e disservizi FSE

Con la presente segnalo uno dei tanti disservizi della Ferrovia del Sud-Est che ha del ridicolo. Questa mattina mi reco in biglietteria (viaggio da Putignano e mi dirigo a Bari per lavoro tutti i giorni) e leggo affisso al vetro un avviso in cui viene segnalato che le linee ferroviarie da Alberobello a Martina Franca sono interrotte (non ho foto documentabile). La causa? Un treno guasto sui binari che blocca il transito in ambe due le direzioni. Un guasto lo concepiamo tutti, ma non comprendo come mai dalle ore 16.00 del giorno 29/02/2016 ad oggi non sia stato ancora rimosso, e fatto ancora più strano, che nessun dipendente sia in grado di fornire informazioni a quanti interessati. Come premio per i viaggiatori, ormai derisi da tutti gli operatori del FSE negli ultimi anni nonostante paghiamo tutti i giorni un disservizio, non viene offerto un mezzo alternativo per raggiungere la prima stazione utile (Alberobello, Noci, Putignano ecc) per dirigersi nei paesi di interesse. Insomma, un bel regalo per chi oggi si è recato in biglietteria per acquistare l’abbonamento o il biglietto. Evidenzio inoltre un ulteriore episodio a cui ho assistito personalmente presso la stazione di Turi. Causa rottura “leva di scambio (il termine tecnico è deviatoio)” dopo aver fatto coincidenza con il treno delle ore 7.46 (ovviamente in ritardo), il treno diretto a Bari ha dovuto fare manovra tornando indietro sui binari per poter cambiare binario e abbandonare la stazione di Turi…il tutto con i viaggiatori a bordo. Purtroppo sono gli ennesimi disagi a cui siamo soggetti tutti i giorni per qualsiasi tratta percossa.

Lettera firmata

One Response to "Disagi e disservizi FSE"

  1. Lino Fazio  1 marzo 2016

    Ci sono disservizi e sacche di privilegio ancora presenti in Sud Est che riportano questo servizio ormai necessario ed indispensabile ai livelli borbonici.
    Ieri è iniziata la settimana e noi genitori di studenti pendolari abbiamo provveduto ad acquistare l’abbonamento settimanale a cui le FSE hanno risposto con una massiccia sospensione del servizio ferroviario che ha costretto i liceali di Martina Franca ad entrare alle ore 10,00 con inizio delle lezioni per quell’ora.
    Nel frattempo nelle stazioni locali dipendenti molto ligi ai loro interessi lasciano il loro posto per altre incombenze decisamente non rivolte agli utenti.
    Basterebbe una semplice pattuglia della GdF in giro presso le stazioni per vedere lo stato dell’arte e magari cominciare a denunciare qualcuno con interessi non ferroviari.

    Rispondi

Leave a Reply to Lino Fazio Cancel Reply

Your email address will not be published.